“Diamo una Seconda Vita al Pneumatico”
                
Frantumazione

Prima Frantumazione

Dopo la stallonatura, il PFU è pronto per essere avviato alla prima fase di frantumazione dove, attraverso macchinari dotati di lame, viene ridotto in frammenti di dimensioni comprese tra 5 e 40 cm chiamati “ciabatte”. Le ciabatte, che contengono ancora, oltre alla gomma, frammenti tessili e metallici, possono essere avviate al recupero energetico (ad esempio in cementifici) o essere sottoposte a ulteriore trattamento per ridurne le dimensioni e consentire la separazione dei materiali di cui è costituito il PFU.

Seconda Frantumazione

Attraverso una seconda fase di frantumazione il materiale viene ridotto ulteriormente in frammenti più piccoli e suddiviso, mediante procedimenti fisici o meccanici, nei tre componenti principali di cui sono composti i PFU: gomma, acciaio e fibre tessili. La gomma viene triturata nuovamente per ottenere materiali di dimensioni minori (granuli e/o polverini) e solitamente destinata al recupero di materia.